Il sogno di Mattia

Mattia, 11 anni e una malattia rara che lo costringe a continui ricoveri in ospedale, Mattia 11 anni e una vita diversa dai coetanei proprio per colpa di quel male che da bambini è ancora più incomprensibile.

Mattia, che pur con una vita diversa ha un sogno comune a tanti bambini della sua età: fare il Carabiniere. La sua malattia non gli permetterà di arruolarsi, ma non per questo i sogni non possono essere realizzati ed è anche per questo che esistono i Carabinieri: per esaudire i sogni dei bambini.

Mattia ha potuto trascorrere una giornata con i Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, quella città fantastica in cui i sogni si realizzano sotto il Vesuvio. Accolto dal Comandante Provinciale che ha fatto gli onori di casa, Mattia ha iniziato il suo “turno” di servizio sulle gazzelle del Nucleo Radiomobile per poi passare alle moto il sogno di tutti i bambini e spesso anche degli adulti come me.

Poter vedere quei mezzi non ha certo guarito Mattia, ma per un giorno non ha visto solo camici bianchi e non ha sentito solo odori di medicinali ma ha vissuto la vita dinamica di uno “sbirro” vestito di nero.

Dai mezzi si è passati agli artificieri e alle loro attrezzature speciali esibite al bambino con quell’amore che ogni Carabiniere rivolgerebbe ad un figlio perché per quel giorno Mattia era il figlio di tutti i Carabinieri di Napoli.

A seguire ciò che fa sempre la vera gioia di tutti i bambini: il nucleo cinofili. Mattia ha incontrato Druso, Mattia-1un pastore di tedesco di 10 anni specializzato nella ricerca di persone sia in casi di calamità o catastrofi che semplicemente latitanti che cercano di sfuggire alla cattura.

La visita si è quindi conclusa con la consegna di un modellino della Lotus dei Carabinieri, la nuova vettura dei Carabinieri impiegata per il trasporto urgente di organi, che farà bella mostra a casa di Mattia

mattia-napoli-carabinieri

E così penserete che si è concluso il giorno di Mattia, che il suo sogno si era esaudito e che sarebbe diventato solo un ricordo? E invece no… Qualche giorno dopo i Carabinieri hanno fatto un ulteriore omaggio al bambino. L’incontro con Druso lo aveva particolarmente colpito  e i Carabinieri hanno quindi pensato che fosse necessario donargli qualcosa che gli ricordasse giorno per giorno la vicinanza dei Carabinieri regalandogli un cucciolo di West Highland White Terrier, Mattiaun piccolo cane che sarà la testimonianza vivente dell’amore dei Carabinieri di Napoli per lui.

 

Precedente Sulla porta di casa Successivo Terremoto - Angeli delle macerie

2 commenti su “Il sogno di Mattia

  1. silvia il said:

    Grandi sempre. .e super questo bimbo sfortunato nella salute ma fortunato ad aver trovato degli angeli in terra….

  2. dany il said:

    Una giornata diversa tra Angeli & Uomini & Carabinieri Onesti e con il Buon Senso che a Mattia lo hanno fatto comunque traslare in un Mondo Magico Onorandolo e Concedendogli una Dimensione Diversa da quella che vive : ma che tutti gli Angeli che vengono sulla Terra già conoscono dal Mondo Divino ! Se tutte le persone della terra fossero come loro il mondo sarebbe migliore e ci sarebbe più Giustizia,Buon Senso & Legalità a 360° : Che Dio benedica a tutti Gli Angeli della Terra ed a tutte gli Uomini,e voglio sottolineare – ” UOMINI ” – ,della Arma che con queste piccole azioni esaudiscono a degli Angeli delle Grandi Emozioni ! E che Dio benedica anche a Voi Tenente Colonnello Francesco – ” E = m c 2 ” – che ci raccontate e scrivete soprattutto queste Bellissime Storie,dal lontano Giugno 2013,con Grande Umiltà,Umanità & Sensibilità by Dany

I commenti sono chiusi.